Cerca nel web

martedì 4 agosto 2015

#Almanacco quotidiano, a cura di #MarioBattacchi

Buongiorno, oggi è il 4 agosto.
Il 4 agosto 1848 il podestà di Milano, sconfitto, restituì la città al generale Radetsky (quello della marcia).
Tutto cominciò a Marzo dello stesso anno, quando il presidio austriaco di Milano a causa di una nuova tassa diede vita alle famose 5 giornate. Fu imposto un balzello sui sigari e sul tabacco, e i milanesi per protesta smisero di fumare. Il generale mandò allora in giro per la città i suoi soldati a fumare e provocare i milanesi, con l'intento di far venire loro voglia di tornare al loro vizio. Invece accadde che un cittadino, indispettito da questo comportamento, gettò a terra il sigaro di un soldato e da lì ebbe inizio una rivolta che coinvolse l'intera cittadinanza con barricate e sollevazioni anche dei cittadini delle campagne. Dopo 5 giornate di intensa battaglia urbana Radetsky decise di lasciare la città e accamparsi nel quadrilatero formato dalle città di Verona, Mantova, Legnago e Peschiera del Garda. Il lassismo di Carlo Alberto, che non approfittò della situazione e non inviò il governo piemontese in Lombardia, fece sì che in pochi mesi Radetsky potesse riorganizzare le sue truppe, ricevendo anche rinforzi dal Tirolo; il 4 agosto mosse nuovamente verso Milano e in una sola giornata riconquistò la città.


Nessun commento:

Posta un commento

Cerca nel blog

Archivio blog