Cerca nel web

lunedì 17 aprile 2017

#Almanacco quotidiano, a cura di #MarioBattacchi

Buongiorno, oggi è il 17 aprile.
Il 17 aprile 1924 nasce la Metro-Goldwyn Mayer.
È uno di quei nomi che fanno pensare immediatamente alla Hollywood d'oro, e quel leone che ruggisce è un marchio inconfondibile che ha accompagnato generazioni e generazioni. I festeggiamenti per i 90 anni della Metro Goldwyn Mayer (MGM) sono durati per tutto il 2014. Del resto la MGM è la società che ha prodotto alcuni dei titoli più celebri e prestigiosi della storia del cinema, realizzato oltre 4mila film e conquistato centinaia di premi Oscar.
La società nacque nel 1924 per iniziativa di Marcus Loew, titolare del circuito di sale Metro, Samuel Goldwyn e Louis B. Mayer, rispettivamente proprietari di cinema a Boston e degli studios di Culver City, località a pochi chilometri da Hollywood. Il primo film prodotto dalla MGM fu, sempre nel 1924, "Quello che prende gli schiaffi" del regista svedese Victor Sjostrom. Nel periodo del muto, la MGM fu lestissima ad accaparrarsi artisti europei in fuga dal proprio paese, come Joseph von Sternberg e Eric von Stroheim. Ma anche una serie di grandi attori: dalla divina Greta Garbo, a Clark Gable, da Jean Harlow a Myrna Loy, a Judy Garland furono messi sotto contratto esclusivo dalla MGM. Con il passaggio al sonoro la società rafforzò il proprio potere nel cinema americano culminato nel 1939 con la produzione di "Via col vento". Il successo proseguì anche nei decenni successivi, con un’attenzione rivolta in particolare al genere musical, un titolo per tutti "Cantando sotto la pioggia", e la produzioni di altri film indimenticabili: Quo vadis?; Ben Hur; Il dottor Zivago; 2001: odissea nello spazio, la serie di 007.
Successivamente non sono mancati momenti di crisi, per un breve periodo il marchio MGM finì in mano al bancarottiere Giancarlo Parretti, cui è seguita resurrezione con tanti altri recenti film di successo: dalla saga di Rocky, a Thelma & Louise, a Ballando coi lupi.
Per i novanta anni del marchio è stato compiuto anche il restauro di alcune pellicole culto come "Rocky" e "Rain Man"
Anticipati dal classico ruggito (nella storia della MGM, in realtà sono cinque i leoni utilizzati per registrare la sigla) nel mega trailer, proiettato anche nei cinema, ci sono spezzoni de: I magnifici sette, Io e Annie, Un uomo da marciapiede, Platoon; Toro scatenato; Mad Max; Il signore degli anelli; la celeberrima battuta “Nessuno è perfetto” di A qualcuno piace caldo; l’indimenticabile scena dell’orgasmo simulato di Meg Ryan al ristorante in Harry ti presento Sally; le varie incarnazioni di James Bond da Sean Connery, a Roger Moore e Daniel Craig. Ma momenti dei film preferiti si possono rivivere su www.mgm90th.com, un sito Tumbir unico, la prima integrazione di Tumbir alla library di uno Studio hollywoodiano.
Sempre in occasione dei 90 anni della celebre casa cinematografica la mascotte, "Leo", ha ricevuto l'onore di poter lasciare le sue impronte di fronte al Chinese Theatre di Los Angeles, insieme a quelle di tanti vip del grande schermo.

Nessun commento:

Posta un commento

Cerca nel blog

Archivio blog