Cerca nel web

domenica 4 gennaio 2015

#Almanacco quotidiano, a cura di #MarioBattacchi

Buongiorno, oggi è il 4 Gennaio
Il 4 Gennaio 1847 Samuel Colt vendeva al governo degli Stati Uniti d'America la prima fornitura di armi piccole ed efficaci a ripetizione da lui inventate e brevettate 11 anni prima, nel 1936: le rivoltelle (o revolver in inglese), che negli anni a seguire furono spesso semplicemente chiamate col suo nome, le Colt.
Già nei primi anni del 19esimo secolo in molti cercarono una maniera per aggirare l'unico vero problema delle armi da fuoco portatili, e cioè la lentezza della ricarica. Esse infatti, come i cannoni da cui concettualmente derivavano, necessitavano di un lungo tempo per inserire il proiettile dal davanti della canna, e la polvere da sparo nella camera di combustione. Un metodo utilizzato per avere a disposizione, pur con una lenta avancarica, più colpi contemporaneamente o a breve distanza uno dall'altro, fu quello di moltiplicare le canne da fuoco, e di conseguenza i proiettili da sparare. Ma questa soluzione, pesante e poco affidabile, fu quasi subito scartata. L'idea geniale di Colt fu quella di mettere insieme alcuni tentativi non riusciti per mettere a punto il suo primo revolver: invece di avere tante canne e tanti armi, Colt preparò una pistola con una sola canna, un solo armo (lo strumento che innescando la scintilla dà fuoco alla polvere da sparo), ma tante camere di scoppio ciascuna con la sua cartuccia che ruotando offrivano alla canna un nuovo proiettile da sparare, una volta esploso il colpo precedente: nasceva così la pistola a tamburo, o rivoltella. Fu una vera rivoluzione che permise in America la colonizzazione del far west e la proliferazione in massa delle armi da fuoco. Nel tempo Colt perfezionò la rivoltella eliminando il problema di usura dell'elemento rotante, che a lungo andare rischiava di non allineare più la camera di scoppio con la canna, causando una possibile esplosione dell'arma e il conseguente ferimento del tiratore; inoltre inventò un metodo che consentiva di ruotare il tamburo di uno scatto prima di ogni sparo semplicemente premendo il grilletto, senza dover necessariamente premere il grilletto di riarmo in alto prima di ogni sparo. Va segnalato che nel 1833 un sardo, Francesco Antonio Broccu, aveva inventato una pistola simile senza alcun contatto con Colt, e la aveva proposta al re dei Savoia Carlo Alberto, ricevendo da lui anche un premio di 300 franchi. Tuttavia Broccu non brevettò la sua invenzione, come del resto nessuna delle altre.
In occasione dell'impresa dei Mille, Samuel Colt inviò in dono a Giuseppe Garibaldi 100 armi da fuoco che comprendevano rivoltelle e carabine.Garibaldi, soddisfatto delle armi ricevute, acquistò 23.500 moschetti al costo di circa 160.000 dollari.Una delle rivoltelle fornite, assegnata al colonnello Giuseppe Missori, salvò la vita all'eroe dei due mondi, durante la battaglia di Milazzo.
La Colt M1911 fu la pistola d'ordinanza dell'esercito americano fino al 1985, anno in cui fu sostituita dalla italiana Beretta M9. La Beretta è oggi l'arma ufficiale degli eserciti italiano, americano, francese, sloveno e filippino, nonchè delle forze di polizia italiano e algerino.

Nessun commento:

Posta un commento

Cerca nel blog

Archivio blog