Cerca nel web

lunedì 19 novembre 2018

#Almanacco quotidiano, a cura di #MarioBattacchi

Buongiorno, oggi è il 19 novembre.
Il 19 novembre 1942 nasce a New York Calvin Klein, figlio di ungheresi ebrei.
Dopo aver imparato le prime nozioni di sartoria in qualità di autodidatta, iniziando a cucire e tagliare la stoffa, ha frequentato la Scuola d'Arte e di Design e il celebre Fashion Institute of Technology della Grande Mela (dove, tuttavia, non ottiene la laurea: conseguirà solamente un dottorato ad honorem nel 2003); dopodiché, inizia a lavorare come stilista nel 1962, facendo praticantato per cinque anni in diverse boutique della metropoli, compreso l'atelier di Dan Millstein.
Nel frattempo sposa Jayne Centre, che gli darà una figlia, Marci (che diventerà nota come Talent Producer nel programma comico "Saturday Night Live", in onda sulla Nbc). Poco dopo, fonda la sua compagnia, e grazie alla protezione di Baron de Gunzburg diventa progressivamente famoso sulla scena nazionale e internazionale, complice il lancio della sua collezione di cappotti femminili. Nei primi anni Settanta dà vita, invece, alla famosa linea di jeans attillati, che vengono pubblicizzati, tra l'altro, da una promettente non ancora adolescente: Brooke Shields.
Nel 1974 divorzia da Jayne, mentre quattro anni più tardi sua figlia Marci viene rapita e tenuta in ostaggio per nove ore: in cambio, i delinquenti che l'hanno sottratta chiedono un riscatto di 100mila dollari. Verranno arrestati in seguito.
Nel 1987 si sposa nuovamente, questa volta con una dipendente di Calvin Klein Inc., Kelly Rector. Divorzierà anche da lei, nel 2006. In seguito, inizia una relazione - nel 2010 - con la pornostar Nick Gruber, dal quale si separa nell'aprile del 2012 quando il giovane toy boy entra in riabilitazione.
Klein non è l'unico stilista cresciuto nella comunità del Bronx di immigrati ebrei: tra gli altri, si segnalano Ralph Lauren e Robert Denning. La sua moda da sempre punta sulla semplicità minimalista dell'abbigliamento sportivo, senza rinunciare, tuttavia, alla tradizione tipica del lusso americano. I suoi outfits coniugano giacche, blazer e camicie dai colori neutri con pantaloni unisex larghi, ma si configura come rivoluzionaria: non è un caso che abbia ricevuto numerosi riconoscimenti, tra cui il "Best Menswear designer award" e il "Best womenswear".
Nel corso della sua carriera, Calvin Klein è apparso due volte come guest star di telefilm: nell'episodio "The Pick" della serie "Seinfeld", e nell'episodio "The Bubble" della serie "30 Rock".

Nessun commento:

Posta un commento

Cerca nel blog

Archivio blog