Cerca nel web

martedì 8 gennaio 2013

#Modi di dire: Essere sul letto di Procuste

http://www.ilcaffaro.com/fotografia.php?link=http://www.ilcaffaro.com/ninobesta/img/miti/il_letto_di_procuste.jpg


PROCUSTE  
 
Procuste, o più esattamente “Procruste” se si adotta la grafia esatta, significa “stiratore”, ed era il soprannome di un leggendario brigante greco che attendeva i viandanti sulla strada da Atene a Megara. Dopo averli catturati li stendeva su una specie di letto al quale la loro statura doveva adattarsi perfettamente, e se questo non avveniva, provvedeva ad amputarli o a stirarli secondo i casi. Procruste venne ucciso dall'eroe ateniese Teseo.
 
Essere sul letto di Procuste
Provare forte disagio in quanto obbligati a mantenersi, in un'azione o simili, entro limiti molto ristretti, e quindi avere poca libertà di movimento, poco spazio di manovra. Anche trovarsi in una situazione pericolosa in cui basta un movimento sbagliato per trovarsi in serie difficoltà. Oppure, soffrire di una situazione che obbliga alla costrizione o all'inazione. 

fonte web: http://dizionari.corriere.it/dizionario-modi-di-dire/P/procuste.shtm


1 commento:

  1. Gavino Dettori8 gennaio 2013 18:06

    E’ un antico mito greco. Procuste era un albergatore che alloggiava i pellegrini nelle sue stanze da letto, ma, forse per un eccesso di “perfettismo”, voleva che stessero esattamente nel letto assegnato e allora li tagliava se erano troppo lunghi, li allungava se erano troppo corti. Il punto di riferimento era il letto, non l’uomo.

    RispondiElimina

Cerca nel blog

Archivio blog