Cerca nel web

venerdì 23 febbraio 2018

#Almanacco quotidiano, a cura di #MarioBattacchi

Buongiorno, oggi è il 23 febbraio.
Il 23 febbraio 1974 il Gruppo di Liberazione Simbionese, che aveva rapito la ricca ereditiera Patricia Hearst, chiede 4 milioni di dollari di riscatto. Il caso di Patty Hearst diverrà famoso per lo studio della Sindrome di Stoccolma.
Patty Hearst nasce il 20 febbraio 1954 a Los Angeles, nipote di WIlliam Randolph Hearst, fondatore dell'impero dei media Hearst.
Il 4 febbraio 1974 venne rapita all'età di 19 anni da membri dell'Armata di Liberazione Simbionese (SLA), desiderosi di raccogliere un ricco riscatto dal nonno.
Due mesi dopo la cattura, Patricia registrò una audiocassetta che fece presto il giro del mondo, nella quale annunciava di essere entrata nel gruppo SLA. Successivamente furono distribuite altre cassette con la voce di Patty, e la giovane donna cominciò a partecipare attivamente ai crimini della SLA in California, furti, estorsioni, senza tralasciare il riscatto di circa 2 milioni di dollari ottenuto dal padre.
Il 18 settembre 1975, dopo più di 19 mesi di latitanza, la Hearst fu catturata dall'FBI e la primavera successiva al processo (difesa da Lee Bailey, che in seguito assumerà la difesa anche di O.J. Simpson) fu condannata a 35 anni di prigione. Fu comunque rilasciata due anni più tardi, dopo che il Presidente Jimmy Carter le commutò la pena.
L'esperienza di Patricia Hearst con il gruppo SLA, e in particolare i dettagli della sua transizione da vittima a supporter, ha suscitato l'interesse di centinaia di psicologi ispirati dalla sua storia. Il cambio di comportamento di Patty verso i rapitori è stato unanimemente attribuito a un fenomeno psicologico chiamato "la sindrome di Stoccolma", nel quale gli ostaggi cominciano a sviluppare sentimenti positivi verso i loro rapitori, effetto che si pensa abbia luogo quando le esperienze inizialmente terrificanti con i rapitori vengono sostituite da atti di compassione o appartenenza da parte degli stessi.


Nessun commento:

Posta un commento

Cerca nel blog

Archivio blog