Cerca nel web

sabato 9 dicembre 2017

#Almanacco quotidiano, a cura di #MarioBattacchi

Buongiorno, oggi è il 9 dicembre.
Il 9 dicembre 1987 è la data in cui convenzionalmente si considera iniziata la prima intifada in Cisgiordania e nella Striscia di Gaza.
Da quella data infatti, nei Territori Occupati si alzò un moto popolare (che prese il nome di Intifada, in arabo "brivido, scossa"), che cercava di combattere la presenza israeliana in Palestina. A differenza di quanto era successo in passato, inoltre, la sommossa nasceva proprio all'interno dello stato di Israele, nei territori occupati, in Cisgiordania e nella striscia di Gaza, dove le condizioni di vita per i palestinesi erano particolarmente dure.
La prima Intifada si fa iniziare il giorno dopo l'8 dicembre 1987, quando un camion israeliano colpì due furgoni che trasportavano operai di Gaza a Jabaliyya (campo profughi che al tempo ospitava 60.000 persone), uccidendone quattro. In risposta la sera stessa, scoppiò una rivolta a Jabaliyya, dove centinaia di persone bruciarono gomme e attaccarono le Forze di Difesa Israeliane. E in breve la rivolta si espanse ad altri campi profughi palestinesi e infine a Gerusalemme.
La repressione israeliana fu durissima, tanto che il 22 dicembre il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite condannò Israele per avere violato le Convenzioni di Ginevra a causa del numero di morti palestinesi in queste prime poche settimane di Intifada. I gruppi estremistici di matrice islamica che non si riconoscevano nell'OLP (per sua stessa natura laica e di ispirazione socialista) diedero vita ad un movimento radicale chiamato Hamas (nato a Gaza proprio nel 1987, acronimo arabo di "Movimento di Resistenza Islamico") che esacerbò lo scontro con le forze militari israeliane con un crescendo di attentati terroristici suicidi.
Il nome Hamas comparve per la prima volta nel 1987, in un volantino che accusava i servizi segreti israeliani di minare la fibra morale dei palestinesi, reclutandoli come collaborazionisti. A differenza di quanto era successo in passato, le attività terroristiche di Hamas colpirono in maniera indiscriminata obiettivi civili e militari. Nello stesso periodo, le posizioni dell'OLP andarono ammorbidendosi sempre più, cercando di abbandonare la lotta terroristica e aprendosi alla diplomazia, tanto che nei primi anni '90, si giunse al primo (e forse il più significativo) processo di pace tra Israele e OLP.

Nessun commento:

Posta un commento

Cerca nel blog

Archivio blog