Cerca nel web

domenica 30 ottobre 2016

#Almanacco quotidiano, a cura di #MarioBattacchi

Buongiorno, oggi è il 30 ottobre.
Il 30 ottobre 1945 nasce a New York Henry Winkler.
Nato  da genitori fuggiti dalla Germania nazista nel 1939 , Henry Winkler fin da giovane decide che non seguirà le orme del padre, proprietario di una importante ditta di legnami.
Infatti fin da quando aveva 14 anni inizia a recitare in teatro mentre studia.
Trascorre anche, ormai studente universitario, alcuni mesi in Europa, sia per studiare che per lavorare in una segheria.
Diplomatosi in arte drammatica all' Emmerson College di Boston decide di spostare il suo interesse sul dramma anzichè sul musical a cui si era dedicato fino ad ora.
Ottenuto il diploma di specializzazione alla scuola d'arte drammatica di Yale inizia la sua carriera. Inizia così con alcuni spot televisivi, e va in tournèe con il Children's story Theatre.
Nel 1973 prende parte al suo primo film "La banda dei fiori di pesco"( Lords of Flatbush) (disponibile in Italia col titolo di Brooklin Graffiti) unitamente ad un altro attore debuttante, Silvester Stallone.
Dopo altri spettacoli teatrali e musical a Broadway decide di lasciare New York per trasferirsi in California e così il 30 ottobre 1973 giorno del suo ventottesimo compleanno inizia le riprese della prima puntata di "Happy days", dove era stato scritturato per la parte del "duro" FONZIE. Piano piano, da un ruolo secondario, diventa il protagonista e si afferma come uno degli attori più famosi degli Stati Uniti e del mondo.
La sua carriera di attore negli anni di "Happy Days" prosegue con film quali "Heroes"(1977), "Un tipo straordinario" (the one and the only) del 1978 e "Night shift" del 1982 diretto dall' amico Ron "Richie" Howard.
Winkler inizia anche la sua carriera di produttore e regista, producendo fra gli altri il film "Sacco a pelo a tre piazze"(The sure things) (1985) e la serie tv "McGyver" (dove partecipa come guest star in un episodio del 1990) e dirigendo i film "Ricordi" (Memory of me) (1988) con Billy Cristal e "Un poliziotto e mezzo" (Cop and 1/2) (1993) con Burt Reynolds. La sua carriera di attore in questi ultimi anni si è limitata ad alcune partecipazioni a film tv e al film di Wes Craven "SCREAM" del 1996, dove come Guest star interpreta il Preside Himbry, una delle vittime del serial killer.
Ha prodotto nuovi telefilm per la TV americana, "Deadman's gun" telefilm western, "First response", su vigili del fuoco di Los Angeles, e "Storie Incredibili" su Disney Channel.
In anni più recenti ha preso parte in un ruolo del film "Waterboy" (The Waterboy) successo strepitoso negli U.S.A. uscito in Italia il 20 Agosto 1999; precedentemente ha recitato nei film "P.U.N.K.S." con Randy Quaid e "Rischio d'impatto" (Ground control) con K.Sutherland.
Il suo ultimo film è la commedia  "Colpi da maestro" del 2012.
Sposato da anni con Stacey ha tre figli a cui è legatissimo.
Negli ultimi anni ha deciso di approdare alla scrittura di volumi che negli Stati Uniti sono stati venduti in una quantità superiore ai due milioni di copie. Nelle pagine, le vicende e le avventure del simpatico “Hank Zipzer”, tredicenne colpito da dislessia. Ad ispirare l’autore sembra essere stata la proprio intima esperienza personale, in quanto anch’egli fu vittima dello stesso problema in gioventù. La nuova carriera di “Fonzie” è cominciata nel 2003, quando ha capito che il suo futuro sarebbe stato nella scrittura. Sono ben 17 i volumi ormai pubblicati e sembra che piacciano molto ai bambini. Winkler, scoprì di essere sempre stato dislessico, solo quando fu costretto ad occuparsi del suo figliastro. Solo allora, a 30 anni suonati da tempo, capì che quel suo strano ritardo al momento dell’apprendimento elementare, che lo aveva posto ad un livello disagiato nei confronti dei compagni, non era stupidità, ma dislessia, che ancora 50 anni fa, non era minimamente diagnosticata.
Con i suoi libri, “Fonzie”, si pone con il suo mitico “Hey”, a pollice alzato, di fronte ai bambini di tutto il mondo, dicendo loro che il talento, le capacità, la forza di ognuno, sono proprio al loro interno e non sarà un po’ di lentezza nell’apprendimento a farli sparire. Henry Winkler, vuole aiutare i bimbi nel loro percorso di crescita e maturazione, così che scoprano la loro via e la loro forza.

Nessun commento:

Posta un commento

Cerca nel blog

Archivio blog