Cerca nel web

venerdì 21 ottobre 2016

#Almanacco quotidiano, a cura di #MarioBattacchi

Buongiorno, oggi è il 21 ottobre.
Il 21 ottobre 1959 apre a New York il Guggenheim Museum, sul progetto di Frank Lloyd Wright.
Il Guggenheim Museum di New York, è uno dei più importanti musei al mondo nel campo dell'arte moderna e contemporanea.
Il famoso edificio, che ospita il Salomon, progettato da Frank Lloyd Wright tra il 1957 e il 1959, appare esternamente come una spirale rovesciata in cemento bianco a quattro anelli che sale fino a una cupola di vetro a circa 30 metri d’altezza.
All’interno la spirale si apre su di un vasto spazio centrale e viene percorsa dal visitatore partendo dall’alto e scendendo per una rampa elicoidale lunga 432 metri che si snoda lungo un spazio espositivo composto da oltre 70 nicchie e molte piccole gallerie in cui sono in mostra le opere d’arte del museo.
La Grande Rotonda a piano terra del Museo è stato il sito di molte celebri mostre, mentre le sue gallerie più piccole lungo la rampa elicoidale, sono dedicate alla rinomata collezione del Guggenheim, che va dall'Impressionismo all'Arte Contemporanea  fino alle Avanguardie.
La costruzione ospita anche un Auditorium, una rotonda (dove al venerdì e al sabato, dalle 15.00 alle 20.00, si tengono le sessioni del World Beat Jazz), una Caffetteria e un Negozio di libri d’arte.
Inizialmente denominato Museo della Pittura Non-Oggettiva (Museum of Non-Objective Painting), il Guggenheim fu costruito per esporre le opere delle Avanguardie Artistiche che si andavano sempre più imponendo nel mondo dell'arte, come Vasilij Kandinskij e Piet Mondrian.
 Il museo fu trasferito nella sede attuale, quando, l'edificio progettato dall'Architetto Frank Lloyd Wright, fu completato.
Ultimo grande lavoro del celebre Architetto, molto discusso dai critici architettonici, è ancora mondialmente riconosciuto come uno dei capolavori dell'architettura contemporanea.
Dalla strada, l'edificio assomiglia a un nastro bianco che si avvolge attorno a un cilindro più largo in cima e più stretto alla base, in forte contrasto con i grattacieli di Manhattan che lo circondano.
L'interno del Solomon R. Guggenheim Museum, viene illuminata dalla luce naturale proveniente dalla cupola o da altre forme di luce indirette, sistemate lungo la rampa.
I muri, leggermente inclinati in fuori, dispongono i quadri esattamente come sui cavalletti dove sono stati creati dall'artista.
Le opere sono illuminate sia dalla luce naturale, che entra da un nastro continuo di lucernari a vetrata verticale che segue la parete curva e inclinata, sia da fonti di luce ad incandescenza.
Solo alcune delle opere esposte sono illuminate individualmente.
Il patrimonio artistico del Museo è costituito da opere d’arte provenienti da cinque grandi collezioni private: la Guggenheim Collection, la Tannhauser Collection (offerta dal mercante d’arte tedesco Justin K. Thannhauser), la collezione di dipinti espressionisti tedeschi di Karl Nierendorf, la raccolta di dipinti e di sculture dell’avanguardia storica di Katherine S. Dreier e la collezione di Minimal Art Americana degli anni Sessanta e Settanta del conte Giuseppe Panza di Biumo.
Alle collezioni di partenza si sono aggiungete le successive acquisizioni dei direttori e dei funzionari del museo, come le opere di Roy Lichtenstein e di Joseph Beuys.
Il Museo Guggenheim possiede 5.000 tra dipinti, sculture e lavori su carta del periodo compreso tra l’Impressionismo e i giorni nostri, illustrati da un ampio catalogo.
Un patrimonio tanto grande che può venire esposto solo parzialmente e a periodi alterni.
Nel Guggenheim, infatti, si organizzano annualmente almeno cinque o sei mostre straordinarie che, per la loro ampiezza e importanza, tendono a occupare, tutto o quasi, lo spazio espositivo disponibile.
 Il museo, inoltre, organizza esposizioni di sue opere in tutti i Musei del Mondo.
Tra i pezzi più significativi che appartengono al patrimonio del museo vanno ricordate senz’altro la più grande collezione al mondo delle opere di Kandinsky e le migliori opere dei pittori Henri Rousseau, Delaunay, Georges Braque, Pablo Picasso, Fernand Léger, Marc Chagall, Piet Mondrian, Oscar Kokoschka, Amedeo Modigliani,  Paul Klee, Pollock, Rauschenberg e di decine di altri artisti famosi.
Altre Esposizioni Complementari e Mostre di Opere dei Nuovi Artisti possono essere visitate presso il Guggenheim Museum SoHo, al n. 575 di Broadway, all’angolo con la Prince Street.
Questa “filiale” del museo di Fifth Avenue, inaugurata nel 1992, ha sede in un ex magazzino della fine dell’800, trasformato dall’architetto Arata Isozaki in un ampio spazio espositivo di circa 3.000 metri quadrati.
Nel 1996 il museo ha subìto alcuni lavori di ristrutturazione che lo hanno trasformato, anche grazie alla sponsorizzazione dell’ENEL italiana e della Deutsche Telekom, in uno spazio destinato all’esposizione di opere e apparecchiature ispirate alla più moderna tecnologia informatica e multimediale (CD-ROM e realtà virtuale).

Nessun commento:

Posta un commento

Cerca nel blog

Archivio blog