Cerca nel web

venerdì 16 giugno 2017

#Almanacco quotidiano, a cura di #MarioBattacchi

Buongiorno, oggi è il 16 giugno.
Il 16 giugno 1884 va in funzione il primo ottovolante della storia, a Coney Island (NY).
Non puoi dire di essere stato a NY se non hai visto Coney Island.
Contrariamente al nome, Coney Island è una penisola che si trova nella parte sud di Brooklyn.
La spiaggia è affollatissima ma basta spostarsi un pò per trovare un buon posto dove distendersi.
Lungo la spiaggia, un fiume di persone passeggia nella boardwalk in legno larga 25 metri. Da una parte la spiaggia, dall'altra decine di negozietti che vendono souvenirs o fast-food. Insegne ovunque e, come se non bastasse, un piccolo aereo ogni tanto sorvola la spiaggia con uno striscione pubblicitario: impossibile non vederlo.
Arriviamo al pezzo forte, il lunapark. Dire famoso è poco visto che si chiama Luna ed è proprio lui che ha dato il nome a tutti i LUNApark del mondo. E' il primo parco di divertimenti della storia. Inizialmente definita come la città dei Balocchi, Coney Island inizia un periodo di decadenza dopo la grande depressione e il grande incedio del 1932. Tutt'oggi non è più ritornata allo splendore originale. Ma ai New Yorker piace così, come parte della storia di New York. Lo skyline di Coney è entrato nell' immaginario collettivo grazie alla sua WonderWheel (ruota panoramica) e al suo ottovolante Cyclone. Se in un film vedete qualcuno che mangia hot-dog davanti ad una ruota panoramica, molto probabilmente si trova a Coney Island.
Altra bella curiosità: qui è nato l'hot-dog nel 1916. Tanto che uscendo dalla metro la prima cosa che vedi è un mega tabellone con il conto alla rovescia alla prossima gara dei mangiatori di hot-dog, che si tiene ogni anno il 4 luglio. Il record è di 68 hot-dog in 10 minuti!
Dopo diverse vicissitudini, che ne hanno fatto temere la demolizione, il Luna Park di Coney Island il 28 maggio 2010 ha riaperto i battenti con una nuova gestione targata Zamperla, azienda italiana costruttrice di attrazioni che ha inserito quindi molti dei propri prodotti di punta e utilizza il parco, oltre che per realizzare un utile, anche come showcase per il mercato statunitense.
E’ bene chiarire che non si tratta di un parco tematico (non lo è mai stato), ma di un Luna Park situato vicino al mare nel più classico stile anglosassone (Luna Park Pier, cioè sul molo). Ma è la sua valenza storica che lo ha reso famoso e una sua riqualificazione non può che fare felici tutti gli amanti del settore amusement. E perchè no, tutti quelli che a New York vorranno trascorrere un pomeriggio o una serata all’interno di un Luna Park che, pur possedendo ormai solo il coaster in legno “Cyclone” come pezzo storico, presenta comunque attrazioni di ottimo livello per quanto riguarda la categoria dei Luna Park cittadini.


Nessun commento:

Posta un commento

Cerca nel blog

Archivio blog