Cerca nel web

venerdì 2 settembre 2016

#Almanacco quotidiano, a cura di #MarioBattacchi

Buongiorno, oggi è il 2 settembre.
Il 2 settembre 1967 Roy Bates dichiara unilateramente che la piattaforma al largo della Gran Bretagna, denominata Sealand, è ufficialmente un principato e lui il suo sovrano.
Durante la seconda guerra mondiale, il Regno Unito decise di istituire un certo numero di basi militari, il cui scopo era quello di difendere l'Inghilterra contro le incursioni aeree tedesche. Queste strutture avrebbero ospitato le truppe necessarie a utilizzare l'artiglieria per abbattere aerei e missili tedeschi. Esse erano situate lungo la costa orientale dell'Inghilterra, sul margine della acque territoriali inglesi.
Una di queste basi, composta di cemento e acciaio, era Fort Royal Tower Roughs, sito poco a nord della regione estuario del fiume Tamigi. Contrariamente al piano originale che prevedeva la torre all'interno del territorio di sovranità inglese, questa fortezza era situata ad una distanza di circa 7 miglia nautiche dalla costa, cioè più del doppio del limite di sovranità delle acque territoriali; in poche parole, questa isola artificiale era situata nelle acque internazionali del Mare del Nord.
Conclusa la seconda guerra mondiale , le truppe furono ritirate da tutte le basi da parte dell'Ammiragliato britannico e furono abbandonate. Fatta eccezione per la fortezza di cui sopra, le basi sono state successivamente demolite. Ciò ha determinato l'unicità portentosa della fortezza: Fort Roughs Tower, situata in mare aperto, era stata abbandonata e da un punto di vista giuridico, essa costituiva territorio extra-nazionale.
Il 2 settembre 1967, l'ex maggiore inglese Paddy Roy Bates occupò formalmente l'isola e vi si stabilì con la famiglia. Dopo intense discussioni con abili avvocati inglesi, Roy Bates proclamò l'isola proprio stato. Rivendicazione jus gentium, conferì su di sé il titolo di principe e il titolo di principessa alla moglie e successivamente proclamò lo stato del Principato di Sealand.
Alla fine del 1968, la marina britannica prese atto della nuova situazione al largo delle coste dell'Inghilterra e decise di porre fine allo stato di cose, determinato da un errore commesso dalle autorità militari più alte, possibilmente  senza provocare molto clamore.
Una unità della marina militare entrò nelle acque territoriali rivendicate da Roy di Sealand. Egli,  consapevole della sua sovranità, intraprese un'attività difensiva, e vennero sparati colpi di arma da fuoco, senza arrecare alcun danno.
Poichè Roy Bates era un cittadino inglese, venne accusato di crimini contro la Gran Bretagna per aver sparato colpi contro una nave della marina e venne convocato da un tribunale inglese. Il risultato di questa causa a Chelmsford, Essex fu un successo spettacolare per la rivendicazione di sovranità di Sealand. Nella sua sentenza del 25 novembre 1968, la Corte ha dichiarato che non era competente sul caso in quanto non poteva esercitare alcuna giurisdizione al di fuori del territorio nazionale britannico. Questo fu di fatto il riconoscimento del Principato di Sealand: il diritto inglese aveva deciso che Sealand non faceva parte del Regno Unito, né di qualsiasi altra nazione e dunque il principe Roy potè legittimamente confermare che la sua dichiarazione di un nuovo Stato sovrano era stata di fatto accolta.
Sette anni più tardi, il 25 settembre 1975, Roy di Sealand proclamò la Costituzione del Principato. Successivamente furono sviluppati altri valori nazionali, come la bandiera del Principato di Sealand, il suo inno nazionale, i francobolli, così come le monete d'oro e d'argento lanciate come Sealand Dollari. Infine, furono rilasciati i passaporti del Principato di Sealand a coloro che avevano contribuito alla nascita di Sealand in qualche modo.
Nel mese di agosto del 1978, un gruppo di olandesi alle dipendenze di un imprenditore tedesco venne a Sealand per discutere di affari col "primo ministro" Achembach. Mentre Roy era in viaggio in Gran Bretagna, essi, complice Achembach, rapirono il figlio, Prince Michael, e presero Sealand con la forza. Poco dopo, Roy riconquistò l'isola con un gruppo di mercenari e un elicottero d'assalto, tenendo gli aggressori come prigionieri di guerra.
I governi dei Paesi Bassi e la Germania organizzarono una petizione per il loro rilascio. Prima chiesero all'Inghilterra di intervenire, ma il governo britannico rifiutò di farlo citando la sentenza del 68; poi, in un atto di riconoscimento de facto della sovranità di Sealand, la Germania inviò un diplomatico  a negoziare per la liberazione dei loro cittadini.
Roy liberò i cittadini olandesi, dato che la Convenzione di Ginevra impone il rilascio di tutti i prigionieri finita la guerra. Il tedesco fu invece trattenuto, poichè aveva un passaporto di Sealand, e quindi era colpevole di tradimento. Alla fine il principe Roy, preso atto che l'incidente non aveva portato perdite di vite umane, e non volendo macchiare la reputazione di Sealand, rilasciò anche Achembach.
Il 1 ° ottobre 1987, la Gran Bretagna ha esteso le sue acque territoriali da 3 a 12 miglia nautiche. Il giorno precedente, il principe Roy ha dichiarato l'estensione delle acque territoriali di Sealand alle stesse 12 miglia marine, in modo che il diritto di precedenza dal mare aperto a Sealand non sarebbe stato bloccato dalle acque reclamate dai britannici. Nessun trattato è stato firmato tra la Gran Bretagna e Sealand per dividere le aree di sovrapposizione, ma può essere assunta una politica generale di divisione della zona tra i due paesi. Il diritto internazionale non permette l'affermazione di nuove terre durante l'estensione dei diritti di mare, quindi la sovranità di Sealand è al sicuro per la "clausola di salvaguardia" secondo la quale la Gran Bretagna non ha diritto di rivendicare nel proprio territorio Sealand pur rientrando essa nell'arco di 12 miglia nautiche.
Nel 1997, cominciarono a girare nel mondo passaporti falsi di Sealand. Alcuni di questi sono stati utilizzati per aprire conti bancari sotto falso nome in diversi paesi. Dato che poche persone avevano mai visto un passaporto legittimo (meno di 300 oggi esistenti), è stato difficile poterli facilmente individuare come falsi. La fonte di queste falsificazioni era lo stesso Achembach, l'uomo coinvolto nel tentativo di prendere Sealand con la forza. Egli aveva creato una falsa Sealand Business Foundation e si vantava di aver venduto oltre 150000 passaporti falsi. Sembra che molti dei passaporti falsi furono venduti a persone che lasciarono Hong Kong al momento della rioccupazione cinese al prezzo di 1000 dollari ciascuno.
L'esistenza del Principato come Stato indipendente e il riconoscimento de facto della sua sovranità è stata dimostrata più volte negli ultimi tre decenni e da altri Stati europei e in particolare dal suo vicino più prossimo, il Regno Unito. La Gran Bretagna ha dichiarato in modo chiaro e ha dimostrato in diverse occasioni, sia che essa non ha giurisdizione nei limiti territoriali del Principato sia che non ha alcun interesse a eventi che hanno luogo all'interno del Principato.
Inoltre, esperti giuridici indipendenti hanno pesato attentamente tutti gli argomenti a favore e contro la sovranità Sealand e all'unanimità hanno convenuto che lo jus gentium vale come principio fondamentale alla base dell'indipendenza del Principato. Questa posizione è ulteriormente supportata da eventi de facto.
Anche oggi, il governo del Regno Unito, riconosce, per esempio, il lavoro a Sealand come attività all'estero.
Sealand è stato l'orgoglio e la gioia del principe Roy e la sua famiglia per oltre 30 anni; il peggiorare del suo stato di salute lo ha successivamente convinto a nominare suo figlio Prince Michael come principe reggente pro tempore con regio decreto nel 1999.
Da quel momento, la famiglia reale ha raggiunto un accordo con HavenCo Limited, società con sede legale e operativa a Sealand, allo scopo di offrire servizi Internet ad utenti in un territorio indipendente e al di fuori delle giurisdizioni degli altri stati.
Intorno al 2000, Sealand si fece conoscere da molti appassionati di informatica, proponendosi dapprima di ospitare siti web ritenuti di dubbia legalità nei paesi di origine, poi offrendo asilo a Napster.
Dal 2007 Sealand è stato messo in vendita dal principe Michael. Il prezzo attualmente stimato è di 750 milioni di euro. La vendita è stata affidata a una compagnia spagnola di nome InmoNaranja.
La vendita è poi sfumata del tutto a seguito della chiusura dell'agenzia immobiliare spagnola che se ne occupava nel 2008.
Il 9 ottobre del 2012, Roy Bates è deceduto per cause naturali a 91 anni. Il titolo di "principe", per diritto ereditario, è andato a Michael Bates (coniugato con Lorraine Wheeler), figlio primogenito che dal 1999 serviva come "reggente", essendo il padre affetto dalla malattia di Alzheimer. Suo erede è James, il secondogenito nato nel 1986.
Il 10 marzo 2016 è deceduta in una casa di riposo anche la "principessa" Joan Bates, all'età di 86 anni.

Nessun commento:

Posta un commento

Cerca nel blog

Archivio blog