Cerca nel web

domenica 27 settembre 2015

#Almanacco quotidiano, a cura di #MarioBattacchi

Buongiorno, oggi è il 27 settembre.
Il 27 settembre 1938 venne varato a Glasgow il transatlantico Queen Elizabeth, gemello del Queen Mary varato 2 anni prima. 83000 tonnellate, lungo 314 metri, poteva portare 2283 passeggeri supportati da oltre 1000 uomini di equipaggio. La nave, inizialmente pensata per il trasporto di passeggeri e pacchi postali tra l'Europa e gli Stati Uniti, con l'avvento della seconda guerra mondiale fu cooptata per il trasporto truppe, ridipinta in grigio e dotata di cannoni antiaerei. Più di 750.000 soldati furono trasportati nei vari teatri di guerra in Asia, in Africa, e infine per il trasporto di truppe americane verso l'Europa.
Alla fine della guerra la Queen Elizabeth si riappropriò del ruolo per cui era stata costruita, cominciando dunque un servizio regolare tra Southampton e New York, fino alla fine degli anni 50, quando i voli divennero il mezzo più veloce ed economico per attraversare l'oceano. L'armatore decise di modificare la nave aggiungendo un ponte, l'aria condizionata e una piscina; con questi accorgimenti la Queen Elizabeth cominciò la tratta New York - Nassau nella speranza di poter ricominciare a generare profitti almeno fino agli anni 70. Tuttavia ciò non fu sufficiente a causa degli alti consumi di carburante, del pescaggio troppo profondo per poter attraccare a molti porti, nonchè per la stazza che non le consentiva di transitare nel canale di Panama. Nel 69 sia la Queen Mary che la Queen Elizabeth furono dismesse a favore della Queen Elizabeth II, più piccola ed economica.
La nave, ribattezzata Elizabeth fu venduta ad un uomo d'affari che la volle trasformare in un hotel e attrazione turistica a Port Everglades, in Florida; tuttavia l'operazione non ebbe fortuna e nel 70 fu venduta all'asta a un magnate di Hong Kong, C. Y. Tung, che volle convertire il battello in una università per il "world campus afloat program".
Il 9 febbraio 1972, quando stava per essere completata la conversione del transatlantico (per un costo di 5 milioni di sterline), prese fuoco. Varie voci sostennero che la nave fosse stata deliberatamente incendiata, essendo stata acquistata per 3,5 milioni di sterline ed assicurata per 8.
Il fuoco la distrusse quasi interamente; inoltre, l'acqua gettata sulla nave per domare l'incendio la piegò su un lato e la fece affondare parzialmente nella baia di Hong Kong. Tra il 74 e il 75, considerata un pericolo per le navi in transito, la Elizabeth fu smantellata, lasciando nel fondo della baia solo le parti esterne dello scafo.
La Parker per l'occasione produsse 5000 penne con il metallo della nave destinate ai collezionisti.


Nessun commento:

Posta un commento

Cerca nel blog

Archivio blog